PROTOCOLLO NAZIONALE COVID ASX

COVID-19 Fase 2
Misure di contenimento nei Circoli

Questa procedura è stata sviluppata sulla base del:
 Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da
SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione
 Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento
della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro del 14 marzo 2020, integrato
il 24 aprile 2020 (Allegato 6 del DPCM 26/04/2020)
 DPCM del 26 aprile 2020 e seguenti
 DL del 16 maggio 2020 n.33
 L del 12 marzo 2021 n.29

Il presente documento è rivolto:
– a tutti i dipendenti e/o collaboratori che operano presso le strutture affiliate ASX;
– a tutti i soci che frequentano le strutture affiliate ASX.
Rev.4/20042021 del 16/04/2021 approvato in Assemblea Nazionale del 20/04/2021

INDICE

Premessa ……………………………………………………………………………………………………………………………… 2
Sezione 1. Modalità di ingresso in sede ………………………………………………………………………………………… 2
Sezione 2. Modalità di accesso dei fornitori esterni ……………………………………………………………………….. 3
Sezione 3. Pulizia e sanificazione …………………………………………………………………………………………………. 3
Sezione 4. Misure igienico-sanitarie di base e DPI ………………………………………………………………………….. 3
Sezione 5. Gestione degli spazi comuni ………………………………………………………………………………………… 4

Premessa

L’obiettivo della presente procedura è fornire misure operative da adottare durante la fase di ripresa dell’attività
associative presso le strutture affiliate ASX, nel rispetto delle condizioni di salubrità e sicurezza previste dalla
normativa di riferimento.
Nell’ambito di tale obiettivo, ASX ha valutato la possibilità di rendere le strutture affiliate un’ambiente il più
possibile “Covid-free” tramite sanificazione e accesso presidiato ed esclusivo a soggetti negativi tramite test
sierologico e/o antigenico.
Sono affissi all’ingresso e nei luoghi maggiormente visibili dei locali, appositi dépliant volti ad informare sulle
corrette attività e procedure di contenimento del virus.
Apposti dispenser con gel sanificante sono collocati presso tutti gli spazi comuni della sede (ingresso, bagni,
zona bar, stanze).
In ottemperanza a quanto previsto dall’art. 36 del D.lgs. 81/08 circa l’obbligo di informazione a carico del
datore di lavoro, si fa presente che questa procedura è distribuita via e-mail ad ogni lavoratore ove vi siano;
copia cartacea è affissa in sede nella bacheca sociale.

Sezione 1. Modalità di ingresso in sede

Per poter accedere alla Struttura Affiliata ASX bisogna sottoporsi ad un preciso protocollo ideato per
mantenere le Strutture in una situazione di massimo contrasto al COVID19. Detto protocollo dovrà essere
adottato da tutti coloro che si troveranno nella struttura quindi oltre ai soci, anche i soci collaboratori,
eventuali dipendenti e membri del Consiglio Direttivo.
Viene creato un presidio di controllo esternamente alla Struttura, vi si potrà accedere solo con mascherina
monouso (chirurgica, FFP”, FFP3) indossata e dopo aver correttamente sanificato le mani tramite gel
disinfettante posto in prossimità dell’ingresso. In tale presidio si potrà accedere solo dopo aver misurato la
temperatura corporea tramite termoscanner e che questa sia inferiore ai 37.5° gradi. Ove possibile
dovranno essere diversificate l’entrata dall’usicta della struttura.
All’interno del presidio i soci che vorranno accedere alla Struttura, dovranno sottoporsi a test sierologico o,
se disponibile nella struttura, test antigenico. Si rammenta che nel caso dei test sierologici come dei salivari,
si tratta di test di autocontrollo assolutamente non invasivi, per i quali non è necessario un operatore
specializzato per l’esecuzione e per l’interpretazione degli stessi, mentre è necessario l’ausilio di O.S. nel
caso di effettuazione dei test antigenici nasali. L’accesso sarà quindi consentito se il test avrà dato esito
negativo agli anticorpi IGM. Qualora il socio abbia già effettuato la profilassi vaccinale dovrà esibire la
documentazione di avvenuta vaccinazione evitando di doversi sottoporre allo screening con i test rapidi.
Tutte le informazioni sia di temperatura, di esito del test, che di evenutale avvenuta vaccinazione saranno
formalizzate su un rapporto che verrà trattenuto nella Sede Sociale per 15 giorni e poi distrutto,
analogamente al test, se effettuato, che verrà correttamente smaltito. Questo documento sarà anonimo e
conterrà solo il numero di tessera del socio oltre ad una autodichiarazione che conterrà le seguenti voci:
– negli ultimi 14 giorni non abbia avuto contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19;
– non provenga da zone a rischio secondo le indicazioni dell’OMS;
– che abbia completato la profilassi vaccinale contro il Covid-19.
Sarà possibile, per i soci che hanno effettuato il protocollo sopradescritto, accedere alla struttura anche
per i due giorni successivi (es. Venerdì test, sabato e domenica rientri ), in questo caso si richiede
nuovamente l’autodichiarazione e verrà solo effettuato il controllo della temperatura. I soci che invece
abbiano completato la profilassi vaccinale dovranno solamente compilare l’autodichiarazione ogni 15
giorni, periodo in cui la documentazione permane in Sede prima di essere distrutta.
La Struttura Affiliata ASX mette a disposizione di tutti i soci un termometro a infrarossi dedicato disponibile
presso l’ingresso della Sede. Ove vi siano, è prevista la disponibilità di una mascherina al giorno per
dipendente da utilizzare in Sede, nel caso in cui si necessiti di un maggior numero di DPI, il dipendente potrà
fornirsene autonomamente.
Ai dipendenti che, negli spostamenti casa-lavoro e ritorno (commuting), impieghino mezzi di trasporto
pubblico è premesso l’utilizzo di mascherine addizionali necessarie allo spostamento.
Effettuato l’ingresso tutti i soci sono tenuti alla corretta sanificazione delle mani tramite gel disinfettante posto
in prossimità dell’ingresso.
È vietato l’accesso a chiunque:
– negli ultimi 14 giorni abbia avuto contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19;
– provenga da zone a rischio secondo le indicazioni dell’OMS;
– abbia febbre (oltre 37.5°) e/o presenti sintomi influenzali.
L’ingresso ai soci già risultati positivi all’infezione da COVID 19 dovrà essere preceduto da una preventiva
comunicazione avente ad oggetto la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta negativizzazione” del
tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal Dipartimento di Prevenzione dell’ASL di appartenenza e nel
rispetto delle valutazioni del Medico Competente nell’ambito della sorveglianza sanitaria disposta.
L’eventuale operatore addetto ai Test rapidi sierologici e/o antigenici, dovrà adottare tutte le misure di
contenimento e di protezione personale con l’utilizzo di DPI come da normativa di riferimento. e dovrà
obbligatoriamente essere un Socio Collaboratore, o membro del Consiglio Direttivo, debitamente istruito a
compiere detta procedura o in alternativa un operatore sanitario; nel caso di test nasali la presenza di un
operatore sanitario sarà sempre obbligatoria.
Ove vi fossero, L’ingresso ai lavoratori già risultati positivi all’infezione da COVID 19 dovrà essere preceduto da una
preventiva comunicazione avente ad oggetto la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta negativizzazione”
del tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal Dipartimento di Prevenzione dell’ASL di appartenenza e
nel rispetto delle valutazioni del Medico Competente nell’ambito della sorveglianza sanitaria disposta.
La riammissione al lavoro dopo l’infezione da Covid 19 avverrà secondo le modalità previste dalla Circolare del
Ministero della Salute del 12 ottobre 2020 ed eventuali istruzioni successive. I lavoratori positivi oltre il 21 esimo
giorno saranno riammessi al lavoro solo dopo la negativizzazione del tampone molecolare o antigenico effettuato
in struttura accreditata o autorizzata dal SSN.
In considerazione dell’evoluzione della situazione epidemiologica, e del parere formulato dal Comitato
Tecnico Scientifico in data 11 ottobre 2020, si è ritenuta una nuova valutazione relativa a quanto in oggetto
precisato:
CASI POSITIVI ASINTOMATICI
 Le persone asintomatiche risultate positive alla ricerca di SARS-CoV-2 possono rientrare in comunità
dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa della positività, al termine del
quale risulti eseguito un test molecolare con risultato negativo (10 giorni + test).
CASI POSITIVI SINTOMATICI
 Le persone sintomatiche risultate positive alla ricerca di SARS-CoV-2 possono rientrare in comunità
dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa dei sintomi (non considerando
anosmia4 e ageusia5/disgeusia6 che possono avere prolungata persistenza nel tempo)
accompagnato da un test molecolare con riscontro negativo eseguito dopo almeno 3 giorni senza
sintomi (10 giorni, di cui almeno 3 giorni senza sintomi + test).
CASI POSITIVI A LUNGO TERMINE
 Le persone che, pur non presentando più sintomi, continuano a risultare positive al test molecolare
per SARS-CoV-2, in caso di assenza di sintomatologia (fatta eccezione per ageusia/disgeusia e
anosmia che possono perdurare per diverso tempo dopo la guarigione) da almeno una settimana,
potranno interrompere l’isolamento dopo 21 giorni dalla comparsa dei sintomi. Questo criterio potrà
essere modulato dalle autorità sanitarie d’intesa con esperti clinici e microbiologi/virologi, tenendo
conto dello stato immunitario delle persone interessate (nei pazienti immunodepressi il periodo di
contagiosità può essere prolungato). Con il protocollo del 6 aprile 2021 viene ridefinito questo punto:
i soggetti positivi oltre il 21 esimo giorno saranno riammessi al lavoro solo dopo la negativizzazione
del tampone molecolare o antigenico effettuato in struttura accreditata o autorizzata dal SSN.
CONTATTI STRETTI ASINTOMATICI
I contatti stretti di casi con infezione da SARS-CoV-2 confermati e identificati dalle autorità sanitarie, devono
osservare:
 un periodo di quarantena di 14 giorni dall’ultima esposizione al caso; oppure un periodo di quarantena di 10
giorni dall’ultima esposizione con un test antigenico o molecolare
negativo effettuato il decimo giorno.
Si raccomanda di:
 eseguire il test molecolare a fine quarantena a tutte le persone che vivono o entrano in contatto
regolarmente con soggetti fragili e/o a rischio di complicanze;
 non prevedere quarantena né l’esecuzione di test diagnostici nei contatti stretti di contatti stretti di
caso (ovvero non vi sia stato nessun contatto diretto con il caso confermato), a meno che il contatto
stretto del caso non risulti successivamente positivo ad eventuali test diagnostici o nel caso in cui, in
base al giudizio delle autorità sanitarie, si renda opportuno uno screening di comunità.

Sezione 2. Modalità di accesso dei fornitori esterni

L’accesso dei fornitori esterni è ridotto al minimo.
Laddove sia assolutamente necessario, l’accesso ai fornitori è consentito unicamente:
– se indossano mascherina di tipo chirurgico, Ffp2 (senza filtro) o Ffp3 (senza filtro)
– dopo aver disinfettato le mani con gel sanificante (disponibile in sede)
– dopo aver indossato guanti monouso nuovi (disponibili in sede)
Una volta in sede, essi devono uniformarsi alle misure in vigore per i soci descritte nella presente procedura. I
fornitori dovranno essere sempre accompagnati e associati ad un membro dello staff della struttura per tutto il
periodo della loro presenza.

Sezione 4. Misure igienico-sanitarie di base e DPI

Nel richiamare l’importanza della corretta adozione delle misure igienico-sanitarie personali atte a prevenire e/o
ridurre il rischio di contagio, nel rispetto della presente procedura, i soci e qualsiasi persona presente in sede,
sono tenuti a:
1) Lavarsi spesso le mani. Le mani possono venire a contatto con superfici
contaminate dal virus e trasmetterlo al corpo e/o alle suppellettili. Lavarsi
le mani almeno per 60 secondi con acqua e sapone e/o con un disinfettante
per mani a base di alcol al 60%. Asciugarsi le mani con carta usa e getta.
La Struttura affiliata ASX mette a disposizione idonei mezzi detergenti per
le mani, situati sia in prossimità dell’ingresso sede sia nei locali igienici.
2) Non toccare occhi, naso e bocca con le mani.
3) Rispettare il divieto di utilizzo sigarette elettroniche all’interno della e in
prossimità di altre persone, dato che i vapori delle stesse possono fungere da
diffusore di eventuali agenti patogeni.
4)Tossire o starnutire all’interno del gomito, non usare le mani per evitare la
contaminazione degli oggetto e delle persone con cui si entra in contatto.
5) Indossare le mascherine chirurgica prima di aver superato il Test
6) Adottare la “no hand shaking policy”, ovvero la politica che evita lo stringere di
mani. Debita infografica è affissa presso la sede.

Sezione 5. Gestione degli spazi comuni

Le stanze e tutte le zone comuni (bar sala ristorante ecc ecc ) saranno sanificate ogni giorno prima dell’apertura, nel
caso in cui la Struttura sia operativa per più di 12 ore la sanificazione verrà ripetuta .
In linea generale, si consiglia di areare ampiamente e periodicamente gli ambienti comuni aprendo le porte e le
finestre.
È vietato l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri. Il ricorso al buffet è permesso solo ed esclusivamente se esposto in
porzioni monodose sigillate , è sempre vietato esporre alimenti e bevande che dovranno sempre essere servite dal
personale che dovrà sempre indossare la mascherina.
Gestione della Privacy
Durante tutto il periodo di emergenza COVID-19 le Strutture affilati ASX dovranno predisporre un Report
contenente i dati relativi alla temperatura e al test sierologico negativo, e contenente l’autodichiarazione
del socio. Detti Report saranno trattenuti in sede per 15 giorni dal giorno di accesso, a disposizione delle
Autorità Sanitarie preposte, in caso di test positivo il socio non potrà accedere in nessuna delle Strutture
affiliate per un periodo di 30 giorni. Solo in questo caso il Report rimarrà nella Struttura fino a cessata
emergenza o fino a comunicazione avente ad oggetto la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta
negativizzazione” del tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal Dipartimento di Prevenzione dell’ASL
di appartenenza

Contatti

Per qualsiasi chiarimento, proposta o suggerimento, si prega di scrivere a: info@movimentoasx.com
Per segnalazioni o dubbi inerenti la corretta applicazione delle misure descritte nella presente procedura, si
prega di contattare subito il Presidente della Struttura affiliata o suo preposto o in alternativa si pregia di scrivere
a: info@movimentoasx.com
Ricordiamo che, in conformità con quanto disposto dal “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure
per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19”, è stato istituto il Comitato
perl’applicazione e la verifica delle regole del protocollo di regolamentazione, composto dai membri dei Consigli
Direttivi delle strutture affiliate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *